MENU

CHIESETTE VOTIVE

CHIESETTA DI SAN PIETRO
(Frazione Bagnarola)
sesto_al_reghena

Questa chiesetta campestre di origine medioevale (datata probabilmente intorno al XI - XIII sec.) è costituita da un’aula rettangolare terminante con una piccola abside semicircolare a catino.
L’attuale aspetto dell’edificio è dovuto all’opera di recupero e restauro, terminato nel 1997, che ha ridato dignità a questo caratteristico e antico luogo sacro. L’opera di consolidamento è stata preceduta da un’indagine archeologica che ha permesso il rinvenimento dei resti di alcune sepolture del XII - XV sec. e dei due strati pavimentali.
Le pareti vennero affrescate in epoche diverse, ma oggi purtroppo poco rimane della decorazione originaria; si conserva un affresco quattrocentesco con la Vergine, il Bambino e S. Sebastiano.

CHIESETTA DI SAN URBANO
sesto_al_reghena Nella frazione di Marignana si trova la Chiesetta di S. Urbano che risale al 1600, ma che presenta rifacimenti effettuati negli anni 1936-37; al suo interno la pala con il santo omonimo dipinta da A. Pascotto (1893).

ORATORIO DI SANTA CHIARA
sesto_al_reghena In località Braidacurti c’è l’Oratorio di S. Chiara, costruzione settecentesca, più volte modificata, con all’interno un coevo altare ligneo e la pala con Madonna e Bambino, S. Francesco di Sales e S. Margherita di Alacoque, ora nella Sala delle Udienze in Abbazia.

ORATORIO DI SAN GIUSEPPE
sesto_al_reghena Più recente (1930) l’Oratorio dedicato a S. Giuseppe si trova in località Fraticelle.

CHIESETTA DI SAN MARCO
sesto_al_reghena Di notevole interesse la chiesetta dedicata a S. Marco in località Mure, costruzione eretta nel ‘600 dagli abitanti della località che conserva al suo interno un affresco con Madonna in trono e Bambino tra i SS. Marco e Nicolò, di Cataldo Ferrara.

ORATORIO DEL CRISTO
sesto_al_reghena Sempre in località Mure un piccolo gioiello artistico; l’Oratorio del Cristo eretto alla fine del ‘600 con rimaneggiamenti del secolo successivo decorato con pregevoli affreschi tra i quali spiccano l’Addolorata, i SS. Francesco d’Assisi e Antonio da Padova e la Flagellazione di Gesù alla colonna.