MENU

CHIESETTE VOTIVE

CHIESETTA DI SAN PIETRO
(Frazione Bagnarola)

Questa chiesetta campestre di origine medioevale (datata probabilmente intorno al XI - XIII sec.) è costituita da un’aula rettangolare terminante con una piccola abside semicircolare a catino.
L’attuale aspetto dell’edificio è dovuto all’opera di recupero e restauro, terminato nel 1997, che ha ridato dignità a questo caratteristico e antico luogo sacro. L’opera di consolidamento è stata preceduta da un’indagine archeologica che ha permesso il rinvenimento dei resti di alcune sepolture del XII - XV sec. e dei due strati pavimentali.
Le pareti vennero affrescate in epoche diverse, ma oggi purtroppo poco rimane della decorazione originaria; si conserva un affresco quattrocentesco con la Vergine, il Bambino e S. Sebastiano.

CHIESETTA DI SAN URBANO
sesto al reghena Nella frazione di Marignana si trova la Chiesetta di S. Urbano che risale al 1600, ma che presenta rifacimenti effettuati negli anni 1936-37; al suo interno la pala con il santo omonimo dipinta da A. Pascotto (1893).

ORATORIO DI SANTA CHIARA
sesto al reghena In località Braidacurti c’è l’Oratorio di S. Chiara, costruzione settecentesca, più volte modificata, con all’interno un coevo altare ligneo e la pala con Madonna e Bambino, S. Francesco di Sales e S. Margherita di Alacoque, ora nella Sala delle Udienze in Abbazia.

ORATORIO DI SAN GIUSEPPE
sesto al reghena Più recente (1930) l’Oratorio dedicato a S. Giuseppe si trova in località Fraticelle.

CHIESETTA DI SAN MARCO
sesto al reghena Di notevole interesse la chiesetta dedicata a S. Marco in località Mure, costruzione eretta nel ‘600 dagli abitanti della località che conserva al suo interno un affresco con Madonna in trono e Bambino tra i SS. Marco e Nicolò, di Cataldo Ferrara.

ORATORIO DEL CRISTO
sesto al reghena Sempre in località Mure un piccolo gioiello artistico; l’Oratorio del Cristo eretto alla fine del ‘600 con rimaneggiamenti del secolo successivo decorato con pregevoli affreschi tra i quali spiccano l’Addolorata, i SS. Francesco d’Assisi e Antonio da Padova e la Flagellazione di Gesù alla colonna.